it

Il Cda di Gefran S.P.A. approva i risultati consolidati al 30 Giugno 2022

09 settembre 2022
  • Ricavi pari a 69,3 milioni di Euro (+17,2% rispetto al 30 giugno 2021)
  • EBITDA positivo per 15,4 milioni di Euro (+23,9% rispetto al 30 giugno 2021)
  • Risultato da attività operative positivo per 9,2 milioni di Euro (+29,2% rispetto al 30 giugno 2021)
  • Utile netto (4,8 milioni di Euro) influenzato dagli effetti contabili attesi dalla cessione del business azionamenti
  • Posizione finanziaria netta positiva e pari a 2,5 milioni di Euro (positiva per 3,4 milioni di Euro a fine 2021)

     

Provaglio d’Iseo (BS), 9 settembre 2022 – Il Consiglio di Amministrazione di GEFRAN S.p.A. si è riunito oggi sotto la presidenza di Maria Chiara Franceschetti per l'approvazione dei risultati al 30 giugno 2022.

I ricavi dei primi sei mesi del 2022 ammontano a 69,3 milioni di Euro e si confrontano con ricavi pari a 59,1 milioni di Euro del pari periodo 2021 registrando un incremento di 10,2 milioni di Euro (+17,2%) ascrivibile in massima parte al costante incremento dei volumi di vendita. Alla crescita ha contribuito anche l’evoluzione positiva dei cambi, al netto del quale l’incremento dei ricavi ammonterebbe a 8,2 milioni di Euro mila (+13,9%).

La suddivisione dei ricavi per area geografica mostra una crescita a doppia cifra percentuale in quasi tutte le aree servite dal Gruppo, in particolare in Italia (+22%), in Europa (complessivamente +24,1%) e in America (+37,2%). Unica fra le principali aree in controtendenza è l’Asia, dove nel primo semestre 2022 si rileva una contrazione rispetto al pari periodo 2021 (-5,3%). Sul dato asiatico del primo semestre ha pesato l’impennata dei contagi da Covid-19 in Cina che ha portato a ulteriori e più dure restrizioni e a nuovi lockdown in alcune aree del Paese, in particolare a Shanghai sede di uno stabilimento produttivo del Gruppo.

Il valore aggiunto al 30 giugno 2022 ammonta a 49,5 milioni di Euro, in aumento di 6,9 milioni di Euro grazie alla crescita dei ricavi rispetto al valore del pari periodo 2021, solo parzialmente inficiata dall’aumento dei costi di approvvigionamento della materia prima, che ha portato al calo della marginalità percentuale (-0,5%).

In aumento anche il costo del personale che, al 30 giugno 2022, ammonta a Euro 22,9 milioni di Euro e si confronta con il valore di 20,4 milioni di Euro rilevato nel primo semestre 2021. L’incremento è connesso al rafforzamento dell’organico.

Il margine operativo lordo (EBITDA) del primo semestre 2022 è positivo per 15,4 milioni di Euro (pari
al 22,2% dei ricavi) e registra una variazione positiva di 3 milioni di Euro rispetto al dato del 30 giugno
2021 (quando ammontava a 12,4 milioni di Euro con un’incidenza sui ricavi del 21%). Il miglioramento 

Il risultato operativo (EBIT) del primo semestre 2022, positivo e pari a 11,9 milioni di Euro (17,2% dei ricavi), si confronta con un EBIT pari a 9,1 milioni di Euro del pari periodo 2021 (15,4% dei ricavi) con un aumento di 2,8 milioni di Euro. La variazione è legata alle stesse dinamiche descritte per il margine operativo lordo.

Il risultato netto del Gruppo al 30 giugno 2022 è positivo per 4,8 milioni di Euro e include il risultato derivante dalle attività classificate come disponibili per la vendita ai sensi dell’IFRS 5, negativo e pari a 4,4 milioni di Euro. Rispetto al 30 giugno 2021, quando il dato era positivo per 8,1 milioni di Euro, si rileva una diminuzione di 3,2 milioni di Euro. 

Il capitale d’esercizio al 31 giugno 2022 risulta pari a 14,4 milioni di Euro e si confronta con 8,7 milioni di Euro al 31 dicembre 2021 registrando un incremento complessivo di 5,7 milioni di Euro.

Il patrimonio netto al 30 giugno 2022 ammonta a 86,4 milioni di Euro e si confronta con 85,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2021, in aumento di 0,8 milioni di Euro.

Gli investimenti dei primi sei mesi del 2022 ammontano a 2,7 milioni di Euro, in aumento di 0,5 milioni di Euro rispetto al dato del pari periodo 2021, e riguardano principalmente i reparti produttivi, le attività di ricerca e sviluppo e i fabbricati che ospitano gli stabilimenti del Gruppo. 

La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2022, positiva e pari a 2,5 milioni di Euro, si confronta col dato di fine 2021 quando era positiva per 3,4 milioni di Euro

Marcello Perini, Amministratore Delegato del Gruppo Gefran ha dichiarato: “Gli ottimi risultati economico-finanziari del semestre confermano i livelli di eccellenza operativa espressi nel primo trimestre. Sono molto soddisfatto di come il Gruppo, pur in un contesto operativo molto complesso, abbia saputo generare valore facendo leva sui propri elementi distintivi: innovazione, competenza, affidabilità, efficienza. I business dei sensori e dei componenti per l’automazione, in particolare, hanno registrato nel semestre una crescita dei volumi di vendita in doppia cifra e ottimi risultati reddituali che testimoniano la solidità del posizionamento di mercato e beneficiano degli investimenti in nuovi prodotti, automazione dei processi e sviluppo della rete commerciale. I risultati conseguiti nei sensori e nei componenti per l’automazione confermano la validità della strategia di focalizzazione in quest’area. Nell’ambito di tale strategia s’inquadra la sottoscrizione, all’inizio di agosto, dell’accordo per la cessione del business degli azionamenti. L’impiego delle risorse generate dall’operazione darà un ulteriore impulso alla crescita del Gruppo. Guardiamo con fiducia alla restante parte dell’anno nonostante il graduale deterioramento del contesto macroeconomico e il permanere degli elementi d’incertezza che hanno caratterizzato gli ultimi anni. Riteniamo, pertanto, che l’attività del Gruppo nell’esercizio genererà una crescita dei ricavi rispetto all’anno precedente e il mantenimento della marginalità”.

Per leggere il comunicato stampa completo clicca qui.

Gefran service

Fly Talent Academy

Ogni giorno ci impegniamo a far crescere ciascuno al meglio del proprio talento. La missione di FLY, Gefran Talent Academy, è costruire l’impresa di domani, creando valore per il Gruppo e per le sue Persone oggi.