it
it

Sistemi di Governance

Governance people

Il Collegio Sindacale ha il compito di vigilanza sull’osservanza della legge e delle norme dell’atto costitutivo, sulla corretta amministrazione della Società e sull’adeguatezza del sistema di controllo interno, assiste alle riunioni del Consiglio di Amministrazione ed alle assemblee della Società.

La società di revisione incaricata di svolgere l’attività di revisione legale dei conti sul bilancio consolidato e separato è una società nominata dall’Assemblea dei soci tra quelle iscritte nell’apposito albo tenuto dalla Consob.

Come previsto dal D. Lgs. 231/2001, l'organismo di vigilanza, vigila sull’ attuazione e sull'osservanza del Modello di Organizzazione Gestione e Controllo e dispone di poteri di iniziativa e controllo. L’Organismo di Vigilanza si avvale inoltre di collaborazioni esterne per effettuare i risk assessment e gli audit necessari.

L' Internal Audit, ha il compito di verificare sia in via continuativa sia in relazione a specifiche necessità e nel rispetto degli standard internazionali, l’operatività e l’idoneità del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, attraverso un piano di audit approvato dal Consiglio di Amministrazione, basato su un processo strutturato di analisi dei principali rischi.
I principali rischi strategici ed operativi vengono rilevati e valutati tramite l’attività di risk assessment, i cui risultati vengono illustrati e discussi con tutti gli enti rilevanti ai fini del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi e con il Consiglio di Amministrazione. Tale attività consente di individuare azioni specifiche da adottare per la mitigazione dei rischi rilevati. Sulla base dei risultati economici e finanziari conseguiti nel corso degli ultimi anni, la Società ritiene che, allo stato attuale non sussistano rilevanti incertezze, tali da far sorgere dubbi significativi circa la capacità dell’impresa di proseguire la propria attività in continuità aziendale.

Ai sensi dell’articolo 19 dello Statuto Sociale, il Consiglio di Amministrazione è investito dei più ampi poteri per l’amministrazione ordinaria e straordinaria della Società, senza limitazioni, con facoltà quindi di compiere tutti gli atti opportuni per l’attuazione ed il raggiungimento dell’oggetto sociale, esclusi solamente quelli che per legge sono tassativamente riservati all’Assemblea. In particolare, al Consiglio sono riservate, tra le altre attribuzioni, l’esame e l’approvazione dei piani strategici, industriali e finanziari, la struttura societaria del Gruppo; il Consiglio inoltre vigila sull’andamento della gestione con particolare attenzione alle possibili situazioni di conflitto d’interesse.

 

Il Comitato Controllo e Rischi (CCR), che ha il compito di supportare, con un’adeguata attività istruttoria, le valutazioni e le decisioni del Consiglio di Amministrazione relative al sistema di controllo interno e di gestione dei rischi, nonché di verificare il corretto utilizzo dei principi contabili e la loro omogeneità ai fini della redazione del bilancio consolidato.

Il Comitato per la remunerazione presenta proposte o esprime pareri al Consiglio di Amministrazione sulla remunerazione degli amministratori esecutivi, degli altri amministratori che ricoprono particolari cariche e dei dirigenti con responsabilità strategiche, nonché sulla fissazione degli obiettivi di performance correlati alla componente variabile di tale remunerazione; monitora inoltre l’applicazione delle decisioni adottate dal Consiglio verificando, in particolare, l’effettivo raggiungimento degli obiettivi di performance.

Al Dirigente Preposto,  è ricondotto il presidio diretto del modello di controllo ai sensi della L. n. 262/2005 e delle relative procedure amministrative e contabili, in relazione al costante aggiornamento dello stesso.