it
it

Il coinvolgimento degli stakeholder

Nel 2017 il Gruppo ha condotto un processo interno di analisi di materialità, che ci aveva consentito di individuare gli aspetti maggiormente rilevanti, per il loro impatto economico, sociale e/o ambientale diretto, oltre che per la potenziale influenza esercitata nelle valutazioni e nelle decisioni dei nostri stakeholder.
Questo lavoro era stato propedeutico alla costruzione della matrice di materialità, quale punto di partenza per la rendicontazione della Dichiarazione 2017 e adottata anche per la Dichiarazione 2018.
 

Successivamente, nel corso del 2019, Gefran ha reputato necessario eseguire un aggiornamento di questa matrice, conducendo una serie di analisi, a livello di Gruppo, per affinare il processo di engagement in funzione dei punti di attenzione rilevati.

Giudicando fondamentale il dialogo con i propri stakeholder, il Gruppo ha avviato un percorso più strutturato, che ha portato in un primo momento all’individuazione delle principali categorie di stakeholder e, successivamente, a diverse iniziative di coinvolgimento e dialogo.

L’Analisi del Panel ha portato all’individuazione di 7 categorie di stakeholder, per le quali erano già in atto alcune attività di coinvolgimento, sia individuali (visite, eventi dedicati in azienda), sia collettive (pubblicazioni su website, social e media, partecipazione e organizzazione di conferenze).

Tali attività di engagement erano per lo più di carattere informativo e di consultazione, mentre solo con alcuni stakeholder (in particolare i fornitori) erano avviate collaborazioni vere e proprie.

Alla luce di ciò, Gefran ha ritenuto fondamentale coinvolgere in modo attivo i propri stakeholder, organizzando momenti di confronto. Una scelta che ci ha permesso di condividere il nostro nuovo percorso di sostenibilità, raccogliere feed-back diretti in funzione dei punti di attenzione rilevati ed ottenere un ulteriore aggiornamento della matrice di materialità.

Nei mesi di luglio e agosto 2019, è stata pertanto condotta la prima attività di coinvolgimento, con l’obiettivo di comprendere le opinioni e le aspettative solo di alcune specifiche categorie di stakeholder, nello specifico dipendenti e fornitori.  

Sono stati utilizzati questionari on-line, predisposti in tutte le lingue di interesse nel Gruppo, per garantire il massimo coinvolgimento degli stakeholder intervistati. Complessivamente sono stati inviati 1.047 questionari, per i quali abbiamo ottenuto 550 risposte (pari al 52% degli intervistati), di cui il 63% da parte dei dipendenti ed il 21% dai fornitori.

Con l’obiettivo di favorire un coinvolgimento più completo e diretto, abbiamo così organizzato a novembre 2019 il primo evento multi-stakeholder engagement e analisi di materialità, che ha visto la partecipazione di rappresentanti di tutte le categorie di stakeholder.

L’evento è stato il primo passo per coinvolgere in maniera interattiva i rappresentanti delle diverse tipologie di stakeholder del Gruppo (Azionisti, Dipendenti, Clienti, Istituzioni, Fornitori, Enti di Formazione e Ricerca, e Comunità locali), presentare il percorso intrapreso da Gefran, cogliere eventuali spunti di miglioramento e comprendere le possibili esigenze ed aspettative in merito. In tale ambito è stato richiesto ai rappresentanti delle diverse categorie di stakeholder di valutare le tematiche materiali identificate dal Gruppo, attraverso una piattaforma interattiva.

Le informazioni ottenute grazie alle attività di stakeholder engagement hanno consentito di accrescere il processo di coinvolgimento e di aggiornare la posizione dei temi materiali all’interno della matrice di materialità, al fine di riflettere al meglio il punto di vista degli stakeholder. Abbiamo così proceduto a disegnare la nuova matrice di materialità, valida per la rendicontazione non finanziaria 2019.

La definizione della matrice è stata la prima tappa di un’attività di stakeholder engagement formale sui temi di sostenibilità

Piano strategico sostenibilità

Interessato a conoscere di più
i prodotti e le soluzioni GEFRAN?
Iscrivi alla newsletter.