it
it

Il Cda di Gefran S.p.A ha approvato il progetto di bilancio consolidato al 31 dicembre 2019

12 marzo 2020

  • Ricavi pari a 140,6 milioni di Euro (+5 milioni di Euro rispetto al 2018)
  • EBITDA positivo per 19,7 milioni di Euro, pari al 14% dei ricavi (-0,3 milioni di Euro rispetto al 2018)
  • Utile netto pari a 7 milioni di Euro (-1,1 milioni Euro rispetto al 2018)
  • Posizione finanziaria netta negativa e pari a 13,3 milioni di Euro, dopo aver investito 16 milioni di Euro (negativa e pari a 4,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2018)
  • Proposto un dividendo pari a 0,15 Euro per azione

 

Provaglio d’Iseo (BS), 12 marzo 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di GEFRAN S.p.A., riunitosi oggi sotto la presidenza di Maria Chiara Franceschetti, in videoconferenza, ha approvato all’unanimità il progetto di bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2019, del bilancio consolidato e della dichiarazione consolidata di carattere non finanziario.

Ricavi al 31 dicembre 2019 ammontano a 140,535 milioni di Euro e si confrontano con ricavi pari a 135,571 milioni di Euro dell’esercizio 2018, registrando una crescita di 4,964 milioni di Euro. La crescita, +3,7%, è dovuta alla variazione del perimetro di consolidamento in seguito all’acquisizione, nel gennaio dello scorso anno, di Elettropiemme S.r.l. Al netto di tale effetto, i ricavi risulterebbero inferiori all’esercizio precedente (-0,6%).

La suddivisione dei ricavi per area geografica mostra una forte crescita in Nord America (+42,3%, depurato dalla positiva evoluzione del cambio), rilevata soprattutto nel secondo semestre e che ha interessato tutte le linee di business, e in Sud America (+10,1%), mentre si riscontra una contrazione nell’Europa non UE (-34,2%) e nell’Unione Europea (-3,7%). La crescita registrata in Italia (+4,9%) è dovuta alla variazione dell’area di consolidamento, senza la quale si registrerebbe una diminuzione delle vendite rispetto all’esercizio precedente (-7,5%).

Il margine operativo lordo (EBITDA) al 31 dicembre 2019 ammonta a 19,730 milioni di Euro (20,058 milioni Euro al 31 dicembre 2018) e corrisponde al 14% dei ricavi (14,8% al 31 dicembre 2018), in diminuzione di 0,328 milioni di Euro. L’entrata nel Gruppo di Elettropiemme S.r.l. apporta una variazione positiva pari a 1.033 milioni di Euro, senza la quale il margine operativo lordo sarebbe inferiore al dato del 2018 di 1.361 milioni di Euro. La diminuzione è imputabile principalmente al maggior costo del personale e dai maggiori costi operativi rilevati nel periodo, solo in parte compensati dal maggior valore aggiunto realizzato, e dall’effetto positivo generato dall’applicazione del nuovo principio contabile IFRS16, che vede lo storno dei canoni di locazione di competenza del periodo.

Il risultato operativo (EBIT) al 31 dicembre 2019 è pari a 10,375 milioni di Euro (7,4% dei ricavi) e si confronta con un EBIT di 13,743 milioni di Euro del 31 dicembre 2018 (10,1% dei ricavi), con una diminuzione di 3,368 milioni di Euro. L’EBIT risente di una perdita di valore su cespiti per 1,531 milioni di Euro determinata dalla demolizione di uno stabile per il business sensori, la cui espansione necessita di spazi aggiuntivi per nuove linee produttive. Considerando che l’edificio originariamente identificato non avrebbe garantito prestazioni tecnologiche ed energetiche adeguate e sostenibili nel lungo periodo, si è proceduto alla sua demolizione per costruire un nuovo edificio più funzionale e all’avanguardia. I lavori sono stati completati a dicembre 2019 e le attività nel nuovo stabilimento sono iniziate a gennaio 2020. Depurando il risultato operativo da questa perdita, oltre che dall’impatto positivo generato dall’entrata nel Gruppo di Elettropiemme S.r.l, il risultato operativo del periodo ammonterebbe a 11,136 milioni di Euro, in diminuzione di 2,607 milioni di Euro rispetto al dato del 2018.

Il risultato netto del Gruppo dell’esercizio 2019 è positivo e pari a 7,042 milioni di Euro e si confronta con un risultato positivo di 8,151 milioni di Euro del 2018. Depurato l’effetto positivo apportato dalla neoacquisita Elettropiemme S.r.l. e della perdita di valore su cespiti sopra descritta, il risultato netto al 31 dicembre 2019 ammonterebbe a 8.061 milioni di Euro, in diminuzione di 0,090 milioni di Euro rispetto al dato dell’esercizio 2018.

La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2019 è negativa e pari a 13,287 milioni di Euro, che presenta una variazione negativa di 8,766 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2018, quando era negativa per 4,521 milioni di Euro. La variazione è originata essenzialmente dai flussi di cassa positivi della gestione tipica (18,045 milioni di Euro), assorbiti dagli investimenti tecnici effettuati nel periodo (15,644 milioni di Euro), dalla distribuzione dei dividendi (4,599 milioni di Euro), dall’effetto netto dell’acquisizione di Elettropiemme S.r.l. (0,231 milioni di Euro) e dal pagamento d’imposte (2,183 milioni di Euro). Oltre a ciò, si rileva l’effetto negativo dell’applicazione del principio contabile IFRS16, che porta a un peggioramento della posizione finanziaria netta (3,084 milioni).

L’indebitamento finanziario netto è composto da disponibilità finanziarie a breve termine di 10,713 milioni di Euro e da indebitamento a medio/lungo termine pari a 24 milioni di Euro.

 

Maria Chiara Franceschetti, Presidente del Gruppo Gefran, ha commentato: “I risultati del 2019 confermano la stabile capacità del Gruppo di crescere e creare valore anche in uno scenario economico complesso e in un contesto di mercato di crescente competizione. Nel 2019 ci siamo concentrati sulle attività core e proseguito il piano triennale d’investimenti in capitale tecnico (impianti e attrezzature per innovare e incrementare l’efficienza produttiva) e umano (integrazione dell’organico professionale)”.

“L’esecuzione del piano rafforzerà la dotazione di tecnologie, asset produttivi e competenze incrementando la capacità del Gruppo di rispondere alla domanda di efficienza, qualità e affidabilità posta dall’evoluzione del mercato. Stiamo facendo tutto questo salvaguardando la solidità del Gruppo, come testimonia la posizione finanziaria netta al 31 dicembre”.

Sulla situazione determinata dalla diffusione del virus COVID-19, il Presidente del Gruppo Gefran, ha dichiarato: “Stiamo operando nel pieno rispetto delle disposizioni emanate dalle autorità sanitarie e governative per tutelare la salute dei nostri collaboratori e garantire ai nostri clienti la continuità delle forniture e dei servizi. I nostri stabilimenti produttivi sono operativi così come, grazie all’applicazione dello smart working, i nostri uffici. Riteniamo prematura ogni considerazione sull’evoluzione dell’emergenza sanitaria nei Paesi in cui operiamo, ma siamo certi di avere la solidità necessaria per affrontarne il prevedibile impatto economico. Come sempre, sapremo concentrarci sul nostro lavoro e tenere duro per raggiungere gli obiettivi aziendali”.

 

Per leggere il comunicato stampa completo clicca qui

 

Gefran service

Fly Talent Academy

Ogni giorno ci impegniamo a far crescere ciascuno al meglio del proprio talento. Proprio per questo motivo, abbiamo dato vita a FLY, la Talent Academy di Gefran. La missione di FLY è costruire l’impresa di domani, creando valore per il Gruppo e per le sue Persone oggi.