it
it

Il cda di Gefran S.p.A. approva i risultati consolidati al 30 giugno 2019

06 agosto 2019

  • Ricavi pari a 72,1 milioni di Euro (+2,6% rispetto al primo semestre 2018)
  • EBITDA positivo per 10,7 milioni di Euro, pari al 14,9% sui ricavi (-4,2% rispetto agli 11,2 milioni di Euro del primo semestre 2018)
  • Utile netto a 4 milioni di Euro (-0,8% rispetto ai 4,1 milioni di euro del primo semestre 2018)
  • Posizione finanziaria netta negativa e pari a 16,9 milioni di Euro, dopo aver investito 8,6 milioni di Euro (negativa e pari a 4,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2018)

 

 

I ricavi dei primi sei mesi 2019 ammontano a 72,099 milioni di Euro e si confrontano con ricavi pari a 70,260 milioni di Euro dello stesso periodo del 2018, registrando una crescita di 1,839 milioni di Euro (+2,6%), Contribuisce all’incremento dei ricavi, per un importo complessivo di 2,870 milioni di Euro, l’acquisizione della società Elettropiemme S.r.l., avvenuta in data 23 gennaio 2019. Al netto di tale effetto, i ricavi risulterebbero
inferiori rispetto al pari periodo dell’anno precedente per 1,031 milioni di Euro (-1,5%), flessione imputabile al rallentamento della crescita economica.

La suddivisione dei ricavi per area geografica mostra una forte crescita in Nord America (+23,6%, depurato dalla positiva evoluzione del cambio) e in Sud America (+9,8%), mentre si riscontra una contrazione nell’Europa non UE (-33,3%). La crescita registrata in Italia (+7,5%) è dovuta alla variazione dell’area di consolidamento, senza la quale si registrerebbe una diminuzione delle vendite rispetto al primo semestre 2018 (-5,2%).

La ripartizione dei ricavi per area di business evidenzia una crescita nel business azionamenti (+5,8%) e per il business componenti per l’automazione (+10%), dove l’incremento attiene ai ricavi della neoacquisita Elettropiemme S.r.l., senza i quali le vendite del business risulterebbero inferiori al pari periodo precedente (-4,2%). Si rileva invece una contrazione delle vendite del business sensori (-4,5%), localizzata principalmente nel mercato asiatico, in Europa e in Italia.

Il valore aggiunto del primo semestre 2019 ammonta a 48,247 milioni di Euro (46,747 al 30 giugno 2018) e corrisponde al 66,9% dei ricavi (in aumento rispetto al 66,5% del pari periodo precedente).

Il margine operativo lordo (EBITDA) del primo semestre 2019 ammonta a 10,735 milioni di Euro (11,210 milioni Euro al 30 giugno 2018) e raggiunge il 14,9% dei ricavi (16% al 30 giugno 2018), in diminuzione di 0,475 milioni di Euro.

Il risultato operativo (EBIT) al 30 giugno 2019 è pari a 5,376 milioni di Euro (7,5% dei ricavi) e si confronta con un EBIT di 8,122 milioni di Euro del 30 giugno 2018 (11,6% dei ricavi), con una diminuzione di 2,746 milioni di Euro. L’EBIT risente di una perdita di valore su cespiti per 1,531 milioni di Euro determinata dalla demolizione di uno stabile per il business sensori, la cui espansione necessita di spazi aggiuntivi per nuove linee produttive.

Il risultato netto del Gruppo del primo semestre 2019 è positivo e pari a 4,029 milioni di Euro e si confronta con un risultato positivo di 4,061 milioni di Euro del pari periodo 2018.

Il capitale d’esercizio al 30 giugno 2019 risulta pari a 28,895 milioni di Euro e si confronta con 23,028 milioni di Euro al 31 dicembre 2018, evidenziando un incremento complessivo di 5,867 milioni di Euro.

Il patrimonio netto al 30 giugno 2019 è pari a 72,116 milioni di Euro e si confronta con 72,814 milioni di Euro al 31 dicembre 2018. La variazione attiene principalmente al risultato positivo del periodo, pari a 4,029 milioni di Euro, assorbito dalla distribuzione dei dividendi per 4,599 milioni di Euro.

Gli investimenti realizzati nel corso dei primi sei mesi del 2019 ammontano a 8,632 milioni di Euro (4,826 milioni di Euro nel primo semestre 2018).

La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2019 è negativa e pari a 16,926 milioni di Euro, in peggioramento di 12,405 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2018, quando era negativa per 4,521 milioni di Euro.

Nonostante il rallentamento del ciclo economico, il primo semestre ha registrato un incremento dei ricavi determinato oltre che dall’acquisizione di Elettropiemme, dalle commesse acquisite nell’area degli azionamenti dove si stanno manifestando gli effetti della strategia di sviluppo adottata già da qualche anno”, ha dichiarato Alberto Bartoli, Amministratore Delegato del Gruppo Gefran.

Importante, nel periodo, la prosecuzione degli investimenti in innovazione tecnologica e capitale umano in linea con il piano deliberato nel 2017 per rispondere alle sfide di medio e lungo periodo. Nel primo semestre sono stati investiti 9 milioni di euro e compiuti 40 inserimenti nell’organico aziendale”, ha aggiunto Bartoli.

Pur in presenza di uno scenario economico non brillante, prevediamo di chiudere l’esercizio 2019 con ricavi superiori al 2018 e marginalità operativa lorda in linea con l’esercizio precedente.”

 

Per leggere il comunicato stampa completo clicca qui

Gefran service

Fly Talent Academy

Ogni giorno ci impegniamo a far crescere ciascuno al meglio del proprio talento. Proprio per questo motivo, abbiamo dato vita a FLY, la Talent Academy di Gefran. La missione di FLY è costruire l’impresa di domani, creando valore per il Gruppo e per le sue Persone oggi.