it
it

L’inverter per il controllo delle pompe idrauliche

Perché scegliere di installare un inverter per il controllo delle pompe idrauliche? Per controllare al meglio tutte le variabili di processo, per gestire in modo ottimale la misura dell'elaborazione e per aumentare l'efficienza dell'impianto e ridurre gli interventi di manutenzione. Infine per ottimizzare i consumi e risparmiare energia.

Scopri nel dettaglio le proposte di Gefran per il settore del trattamento acque.

La gestione ottimale della misura dell’elaborazione e del controllo delle variabili di processo è fondamentale nella realizzazione di impianti per il trattamento acque, soprattutto quando gli obiettivi sono portare sia benefits tecnici che significativi ritorni economici.

Secondo le statistiche mondiali, il consumo energetico industriale dovuto ai motori elettrici rappresenta in generale oltre il 70% di quello globale; associando poi i costi di esercizio di tali motori, emerge che oltre il 95% è rappresentato dall’energia che questi assorbono.

In un settore dove l’impiego dei motori elettrici per il controllo delle pompe è obbligatorio, per una migliore ed innovativa gestione degli impianti, è necessario prendere quindi in considerazione i fattori risparmio energetico e di sostenibilità economica.
 

Risparmiare energia con gli inverter

Per il risparmio energetico: l'utilizzo degli inverter consente di ridurre drasticamente il consumo di energia. Tale benefit è automatico solo quando l'inverter viene inserito nell’azionamento tra motore e rete elettrica.
L’inverter regola infatti tutte le variabili fondamentali del motore quali la sua tensione, corrente e velocità nominali e di conseguenza la gestione delle coppie in riferimento alle esigenze dei carichi applicati.

Per ridurre gli interventi di manutenzione ordinaria e di manutenzione straordinaria che, quando effettuati, pesano in modo preponderante sulle voci sul Life-Cycle–Cost dell’impianto.

Funzionalità evolute degli inverter

I più moderni ed avanzati inverter, oltre alle caratteristiche di controllo di base, dispongono di funzionalità evolute per i principali sistemi di trattamento acque indispensabili per il controllo di processo, per la protezione impianto, per sistemi multi-pompa, nonché di funzioni dedicate alla massimizzazione del risparmio energetico. Eccone alcune:

  • Sollevamento
  • Mantenimento livelli
  • Distribuzione
  • Pressione costante
  • Portata costante
  • Presa

Le soluzioni Gefran

Gefran propone inverter di ultima generazione, gli ADV200 WA. L’impiego ADV200 WA fornisce un immediato e significativo risparmio energetico sia a seguito del semplice impiego dell'inverter in un tradizionale sistema a motore con velocità fissa, che grazie a funzionalità specifiche di controllo motore.

Un’ulteriore ottimizzazione dei consumi è possibile con l’impiego combinato di alimentatori rigenerativi Active Front End della serie AFE200, realizzando soluzioni “Energy Clean Power” in cui la totale distorsione armonica è inferiore al 3% e il fattore di potenza è prossimo all’unità.

I vantaggi applicativi degli inverter Gefran

Quali i vantaggi applicativi degli inverter Gefran? Specifici per controlli in coppia variabile o quadratica e con set di funzionalità dedicate a sistemi di pompaggio con: controllo multi-pompa,  compensazione di portata, funzione di riempimento, protezione valvole di ritegno, pulizia pompa, curva di potenza minima e allarme di fine curva.

Gli ADV200 WA soddisfano le più evolute architetture di sistema nei più avanzati sistemi di controllo e gestione dei motori elettrici impiegati nel settore idrico.

Un’ulteriore funzionalità del drive consente di distribuire il carico di lavoro nel caso di sistemi multi-pompa o multi-ventola, utilizzando questa funzione è possibile limitare il logorio dei sistemi elettromeccanici, garantendo una maggiore durata dell’impianto e massimizzando quindi gli investimenti fatti.

Come ulteriore personalizzazione del drive, il tool Motion Drive Programmable logic controller (MDPlc) consente di creare applicazioni avanzate attraverso un’interfaccia grafica conforme allo standard internazionale IEC 61131-3.

Infine il controllo integrato riduce la complessità del sistema ed elimina i ritardi e i disturbi sulle trasmissioni delle variabili, tipici delle soluzioni con drive e schede assi separate.